Click for more products.
No produts were found.

Tipi di impianti fotovoltaici

Posted on10 Months ago

L'obiettivo di oggi è quello di avviarvi nel tipo di installazioni che possono essere realizzate con i pannelli solari. Per questo, oggi ci sono due grandi gruppi come punto di partenza:

1º Impianti fotovoltaici con collegamento alla rete:

Questo tipo di impianto è caratterizzato dall'essere collegato alla rete, che assimila tutta l'energia in eccesso generata dal sistema. L'intero sistema è gestito attraverso l'inverter. Ci sono due modi per utilizzare questo tipo di installazione.

Il primo è con l'obiettivo di risparmiare sulla bolletta dell'elettricità. In questo modo, l'inverter contabilizza tutta l'energia in eccesso che immettiamo in rete e questo ha un effetto positivo sull'importo da pagare sulla prossima bolletta. Inoltre, l'energia che consumiamo durante la generazione dei nostri pannelli è più economica rispetto a quella della rete elettrica.

Nei momenti in cui non c'è generazione di energia da parte dei pannelli. Avremo la possibilità di utilizzare l'elettricità attraverso il collegamento alla rete, in modo da avere sempre la fornitura garantita. Questo tipo di installazione viene comunemente chiamato "autoconsumo".

La seconda è una fattoria solare, grazie alla quale i nostri pannelli solari generano energia con l'obiettivo di ottenere un beneficio economico. In questo modo, quello che facciamo è versare l'energia in eccesso nella rete, e la società elettrica ci ricompensa per questo.

2º Impianti solari senza collegamento alla rete:

In questo caso, tutta l'energia generata dal nostro impianto deve essere immagazzinata, poiché non è collegata alla rete. L'opzione più comune, è quella di avere batterie stazionarie, in cui immagazzinare l'eccesso di energia per il suo successivo consumo.

Questo tipo di installazione solare è chiamata "installazione isolata". Il funzionamento è semplice, l'energia prodotta dai pannelli solari segue due percorsi. Il primo è da consumare direttamente. E il secondo è che il surplus di energia è immagazzinato nelle batterie menzionate. Quindi, quando i nostri pannelli fotovoltaici non generano energia, utilizziamo l'energia accumulata nelle nostre batterie.

In questo modo, non abbiamo bisogno di avere un collegamento alla rete elettrica, anche se al contrario, se esauriamo il carico delle nostre batterie, torneremo direttamente all'età della pietra. Per questo, si raccomanda sempre di avere un generatore a combustibile fossile, con il quale garantiamo sempre il flusso di energia.

Esiste anche un terzo tipo di impianto solare fotovoltaico.

Questo tipo di installazione si chiama "Ibrido". Questo perché riunisce tutti i componenti, sia i pannelli solari che le batterie, compreso il collegamento alla rete elettrica.

Cosa otteniamo con questo?

Normalmente durante il giorno, il dispendio energetico non è molto elevato perché le case (tranne che per i telelavoratori) non sono a piena capacità, quindi il sistema è dedicato a raccogliere energia e ad immagazzinarla nelle batterie. Una volta che il sole si spegne, e l'attività in casa aumenta, possiamo lavorare sia con i pannelli, sia con l'energia immagazzinata nelle batterie.

Infine, se dovessimo attraversare un periodo di bassa influenza solare, se necessario, useremo la nostra connessione alla rete per rifornirci.

Naturalmente, a Solaremobility siamo esperti in ognuna di queste installazioni, e vi forniremo preventivi personalizzati senza impegno se siete interessati.

Non esitate a contattarci.

Related articles
Leave a Comment
Leave a Reply
Please login to post a comment.

Menu

Settings